A PROPOSITO DEL VETO AL BILANCIO EUROPEO

                      

Enorme indignazione “democratica” dei partiti di governo  e dei mass-media per quello che viene definito il veto opposto in sede Ue all’approvazione del  Quadro Finanziario pluriennale 2021-2027, cioè del Bilancio europeo, da Polonia e Ungheria (cui si è aggiunta la Slovenia), che in realtà per ora si sono limitate a dire che potrebbero fare mancare il loro consenso se permanessero  i requisiti proposti per potere accedere agli aiuti previsti a favore dei paesi europei danneggiati dalla pandemia (cioè tutti, inclusi Polonia, Ungheria e Slovenia) da Next Generation EU cioè dal  Recovery  Fund, come viene abitualmente chiamato in Italia.

Continua a leggere

UNA questione di VERITA’: the media is the virus. Elezioni americane

Ero ancora al Liceo, quando scoppiò la I guerra del Golfo. I giornali e le tv avevano una narrazione identica e ossessiva: Saddam era il nuovo Hitler, aveva armi chimiche di distruzione di massa e il terzo esercito del mondo. Mio padre, magistrato, mi disse che erano tutte balle. Volli capire e lessi tutto quello che potevo leggere, per anni.

Continua a leggere

Le NDE (esperienze di pre morte) e il suicidio

Molti testi di medici americani, inglesi, olandesi, italiani… che si occupano di esperienze di pre morte (NDE) riportano un fatto: i ritornati, in qualche caso persone che avevano tentato il suicidio, raccontano non solo di aver visto in faccia la morte e “la vita oltre la vita”, ma anche di aver compreso che questa vita terrena è un “compito da assolvere”, cui non ci si può sottrarre, mentre il suicidio è un gesto che all’uomo non è permesso.

Lo scriveva già il medico e filosofo Raymond A. Moody jr. nella postfazione al suo celebre La vita oltre la vita, il testo che per primo sollevò la questione NDE: “Di particolare importanza sono stati i resoconti di esperienze di pre morte legate a tentativi di suicidio… Tutti, in una parola, dichiarano che le angosce alle quali avevano voluto sfuggire con il suicidio erano presenti, e in modo più tempestoso anche dopo la ‘morte’...” (R. Moody jr, La vita oltre la vita, Mondadori, Milano, 1977).

Continua a leggere

1020-2020. Un anniversario importante per la storia della medicina occidentale

“Nella penombra del primo mattino distinsi a malapena due figure avvolte nei mantelli, che stavano là con aria sospetta e attendevano che ci avvicinassimo. (…) Per caso, o per un loro progetto, ci trovammo gli uni di fronte agli altri proprio sotto un noce secolare, per cui capimmo che dei due sconosciuti almeno uno era longobardo (…). L’altro, un giovane dai capelli nerissimi e crespi e dall’incarnato olivastro, mi fissava con i suoi grandi occhi neri (…). «Sei tu la matrona sapiens nominata in tutto il mondo?», mi domandò con fare disinvolto e sicuro. «Sono Trotula, ma tu chi sei?». «Io sono il medico Costantino»”

Continua a leggere

Andres Alburquerque intervista César Vidal sulle elezioni negli USA

Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=3RwBlSv75m4&feature=youtu.be

Traduco solo una parte di questa illuminante intervista che smaschera in maniera magistrale l’inganno mediatico a cui siamo sottoposti al fine di accettare come cani al collare gli ordini di padroni occulti che forse amano solo gli animali. Quando terminerò questa traduzione forse sapremo chi sarà il nuovo presidente degli Stati Uniti. Anche se da giorni i maggiori media mondiali, i politici di mezzo mondo e il Papa hanno già deciso che il vincitore è Joe Biden, queste elezioni lasceranno in molti il dubbio di gravi frodi. Ndt).

Andres. – Approfitto dell’occasione di parlare con César Vidal per chiedergli di aiutarci a comprendere il momento che stiamo vivendo. Buona sera César! Come va’?

César. – Buona sera Andres! Sono felice di essere qui.

Continua a leggere

È uscito il XII rapporto dell’Oss. Van Thuân sui gravi rischi dell’ecologismo globalista

Cosa dice il Rapporto

Sull’ecologia girano troppe bugie. Il XII Rapporto dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân, appena pubblicato da Cantagalli, mette a nudo le bugie dell’ecologismo ideologico che oggi ottengono ampi consensi anche nella Chiesa. Gli autori del Rapporto – dal titolo “ECOLOGISMO E GLOBALISMO, NUOVE IDEOLOGIE POLITICHE” –  spiegano che:

– le emissioni umane di anidride carbonica non hanno effetti sul riscaldamento globale, come invece si continua a dire;

– il programma verde dell’Unione Europea ha poca scienza, molta ideologia e troppo dirigismo normativo;

– il dogma dell’esaurimento delle risorse naturali non ha fondamento e le rinnovabili non sono così green come dicono di essere;

– la teologia cattolica della creazione non fonda in nessun modo l’ecologismo pastorale di oggi;

– il sottosviluppo inquina più dello sviluppo;

– l’ecologismo ideologico esasperato sta distruggendo molte nazioni europee;

– e altro ancora … Continua a leggere

POVERI TUTTI. All’economia serve la conversione, non l’utopia. Convegno on-line 18 novembre 2020

Molti trovano motivo di preoccupazione nella strada che la Chiesa sembra avere intrapreso su alcune questioni fondamentali di Dottrina sociale della Chiesa come l’economia, l’ambiente, la fratellanza universale, l’educazione, la società globale e il dialogo interreligioso. L’enciclica Fratelli tutti e le prossime iniziative relative agli eventi dal titolo Economy of Francesco indicano e sollecitano forme di impegno nel campo globale che sembrano contenere aspetti utopici e nello stesso tempo pragmatici.

__________________

sarà possibile seguire l’evento in diretta al seguente link:

__________________

I principi tradizionali della Dottrina sociale della Chiesa non vengono utilizzati, si adoperano categorie politiche estranee alla tradizione della Dottrina sociale cattolica, sull’economia si danno giudizi sommari di condanna, si mette in questione il diritto naturale alla proprietà privata intendendolo come mero strumento per realizzare la destinazione universale dei beni, si concede troppo alle nuove forme di socialismo e di statalismo, si fa riferimento generico a dei movimenti popolari senza valutazione delle loro identità e finalità usando l’aggettivo popolare e il sostantivo popolo in modo non chiaro, si aspira ad una società globale di tipo universalistico senza troppa preoccupazione di distinguersi da altri simili progetti estranei o perfino contrari al cristianesimo, ci si avvale della collaborazione di intellettuali compromessi nel campo della lotta alla natalità, si accettano forme di ambientalismo ai limiti del panteismo, si propongono come modello le società primitive e animiste, si fanno propri termini e concetti, come quello di sostenibilità, la cui origine è estranea alla tradizione della Dottrina sociale della Chiesa e così via. Continua a leggere

Non dimentichiamo il diritto naturale alla proprietà privata

Intervento di Michael Severance alla III Giornata Nazionale della Dottrina sociale della Chiesa, svoltasi a Lonigo (Vicenza) presso il Convento francescano di San Daniele, sabato 17 ottobre 2020

**************

Nella conferenza “Non dimentichiamo il diritto naturale alla proprietà privata”, Michael Severance dà alcuni spunti apologetici sul tema, per mezzo dell’esegesi biblica e del magistero. Severance vede nel termine anglo-americano “owner” un significato abbastanza preciso di proprietà. “Owner” è il proprietario, ma non solo nel senso che possiede un bene, ma anche perché è colui che ha una cura amorevole per esso, acquistato con il costo della fatica e del lavoro.

La Rivelazione conferma la proprietà privata, specialmente in due dei Dieci Comandamenti (“non rubare”, “non desiderare la roba d’altri”) ma, allo stesso tempo, non la assolutizza: Gesù Cristo esorta a rompere l’attaccamento alla ricchezza. Leone XIII, nell’enciclica Rerum Novarum, difende la proprietà privata contro l’ideologia socialista. Questo perché – afferma Severance – “pur non essendo assoluta, la proprietà privata va difesa. Il cristianesimo non è comunismo”. Continua a leggere

News dalla rete

  • Il documento mondialista a firma della Chiesa

    di Stefano Fontana. Il Documento di lavoro della Settimana sociale dei cattolici italiani (dal 21 al 24 ottobre 2021), “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro. #tuttoèconnesso”, collega il Covid-19 con i cambiamenti climatici indotti dall’uomo e celebra i 17 obiettivi Onu per lo sviluppo sostenibile legati al controllo della popolazione, alla promozione dei “nuovi diritti” e ad una nuova morale religiosa. Monsignor Santoro firma così un documento infarcito dell'ideologia al potere. Leggi il seguito…

  • Il Messale e le modifiche che implicano il popolo

    di Riccardo Barile. Ciò che i fedeli percepiscono di più è l’Ordinario della Messa, ossia le parole che ricorrono in ogni celebrazione eucaristica. L’aggiunta di “sorelle” riguarda il Confesso e alcune monizioni, ma l’uso del linguaggio inclusivo non è stato generalizzato, evitando così esiti pesanti. Altre modifiche riguardano il Kyrie e, tra i ritocchi meglio riusciti, l’ostensione delle Sacre Specie prima della Comunione. Leggi il seguito…

  • Alla Corte Suprema inizia l’era Barrett: via le restrizioni al culto nello Stato di New York

    La Corte Suprema dell’era Amy Coney Barrett si fa sentire. Mentre in Italia discutiamo sull’orario di nascita di Gesù Bambino, il supremo organo giurisdizionale degli Stati Uniti, accogliendo il ricorso della diocesi cattolica di Brooklyn e dell’Agudath Israel of America, ha cancellato le restrizioni imposte dal governatore di New York, Andrew Cuomo, alle presenze nei luoghi di culto. Decisivo per il verdetto, pronunciato con una maggioranza di 5 a 4, il voto della neo giudice designata da Donald Trump. Leggi il seguito…

  • Utero artificiale: speranza per i prematuri o prove di nascita in laboratorio?

    di Eugenia Roccella. Rulli di tamburi annunciano che la ricerca sull’utero artificiale è a buon punto, e che l’Europa ha finanziato a questo scopo, con quasi 3 milioni di euro, l’università olandese di Eindhoven. A quanto sembra gli olandesi hanno sviluppato un modello che affermano possa essere sperimentato entro pochi anni, e la cui particolarità innovativa, rispetto alle vecchie incubatrici, è di mimare il più possibile il grembo materno. Il bambino sarà immerso nel liquido amniotico, nutrito tramite cordone ombelicale da una placenta (naturalmente artificiale) e sentirà persino il battito cardiaco della pseudo mamma. Leggi il seguito…